venerdì 17 aprile 2015

G 28 Carmelo Noli


Il Carmelo Noli (g.c. Mauro Millefiorini)


Il Carmelo Noli era un rimorchiatore di 109 tsl, lungo 25,27 metri e largo 5,64, costruito nel 1929 ed appartenete alla Società Anonima Carmelo Noli, con sede a Savona; era iscritto con matricola 86 al Compartimento Marittimo di Savona.
Fu requisito dalla Regia Marina una prima volta dal 9 giugno al 6 novembre 1940, venendo per lo stesso periodo iscritto con sigla G 28 nel ruolo del naviglio ausiliario dello Stato, quale dragamine; requisito nuovamente il 10 gennaio 1941, tornò di nuovo in servizio come dragamine G 28.

Intorno alle 13.30 del 23 settembre 1941 il Carmelo Noli stava proprio dragando un campo minato (140 mine, 70 delle quali magnetiche) posato dal posamine britannico Manxman il precedente 24 agosto nelle acque delle Secche di Vada, a sud di Livorno, quando saltò su una delle mine ed affondò. Degli undici membri dell’equipaggio solo in tre, feriti, si salvarono; di quattro furono recuperate le salme, mentre gli altri quattro risultarono dispersi.


I loro nomi:

Mario Angeli, marinaio fuochista, deceduto

Giovanni Battista Borzone, capo meccanico di seconda classe, deceduto

Ivo Ganni, marinaio, disperso

Giovanni Garde, sottocapo fuochista, deceduto

Tiziano Gaspardo, marinaio fuochista, deceduto

Giovanni Palermo, marinaio torpediniere, deceduto

Natale Vianello, marinaio, disperso

Giovanbattista Vivaldo, capo nocchiere di seconda classe, deceduto


Il relitto semidistrutto (anche per opera dei palombari che, nel dopoguerra, lo smantellarono per recuperare quanto più metallo possibile) del Carmelo Noli giace oggi su fondali sabbiosi a 30 metri di profondità, a 6,3 miglia dalla riva, al largo di Marina di Cecina. Solo la prua, adagiata su un fianco, le ancore, le murate e parte del motore, nel quale sono impigliate reti da pesca, appaiono riconoscibili.

Un’altra immagine del Carmelo Noli (dalla pagina Facebook “I mitici rimorchiatori”)


Il relitto del Carmelo Noli su The Wrecker Stream

Nessun commento:

Posta un commento